Via Oberdan,7 - 20059 Vimercate (MI)

  Tel.   039 6612297

  Fax   039 6612297

  E-mail: info@fiortech.com
 







 

 

La resina poliuretanica FP9200 è stata concepita per essere utilizzata in ambienti molto freddi. E' un adesivo tenace la cui consistenza è gommosa.

Il suo utilizzo principale è nell'elettronica per inglobare, nascondere, proteggere e isolare circuiteria elettronica laddove si voglia un prodotto elastico e molto flessibile. Può però essere utilizzato come riempitivo morbido, come rivestimento di superfici che si vogliano rendere antiscivolo o delle quali si vogliano evitare sfregamento e scricchiolii, per attutire l'effetto di vibrazioni o per riparazioni e riempimenti di cavità e fessure in materiali gommosi.

Come tutti i poliuretani, anche questo deve essere utilizzato con una certa accortezza. I singoli componenti, prima della reazione e anche una volta miscelati fino all'esaurimento della reazione, sono molto sensibili all'umidità. Questa, in eccesso, provoca la formazione di microbolle all'interno della matrice di resina. E' sempre bene operare in ambiente quanto più possibile secco e asciutto o, con macchine, sotto vuoto.
Una volta avvenuta la reazione, invece, il materiale è assolutamente inerte e non teme acqua, umidità e agenti atmosferici.

 

CONFEZIONAMENTO

      
Questa resina è fornita, come packaging standard, in barattoli (o latte) ma può, su richiesta, essere fornita in cartucce bifilari Duosyringe.

Le quantità di resina ed indurente contenute nei
barattoli sono quelle ottimali per la corretta polimerizzazione della colla.
Il contenuto (o parte) dei
barattoli di resina ed indurente deve essere versato (nelle proporzioni indicate nelle schede tecniche sempre fornite in allegato ai prodotti) in un recipiente o barattolo a perdere, di forma cilindrica, e deve essere mescolato per un tempo sufficiente a garantire un’omogenea miscelazione dei due liquidi.
Una volta mescolata la resina con la giusta quantità di indurente, è possibile colare il prodotto: questo indurirà in tempi variabili a seconda della temperatura. E' bene tener conto del fatto che aumentando l'indurente non si rende più rapida la reazione: è necessario mantenere il corretto rapporto stechiometrico tra resina e indurente ovvero ogni molecola di resina deve reagire con una molecola di indurente.  L'inizio della reazione avviene traendo energia dall'ambiente circostante: quanto più caldo è, tanto più rapido sarà l'inizio della reazione. Siccome la reazione è esotermica (cioè produce calore), durante la reazione, l'aumento di temperatura della resina generalmente produce un'accelerazione della reazione (lo stesso risultato si può ottenere ponendo il manufatto resinato in forno). Indicare gli esatti tempi di indurimento del prodotto è difficoltoso per i seguenti motivi: supponiamo di avere 1000g di prodotto già miscelato. Se questi 1000g vengono posti in un bicchiere (o in un recipiente cilindrico), la massa di resina sarà raccolta in un volume ridotto con una superficie di scambio termico verso l'esterno molto piccola. Quando la reazione partirà, la massa si scalderà sempre più e accelererà la reazione fino all'esaurimento della stessa: l'indurimento sarà molto rapido (pochi minuti). Se questi 1000g vengono posti in una lastra spessa ad esempio 1mm, occuperanno circa un metro quadro: la superficie di scambio termico è molto grande e la reazione produrrà un riscaldamento quasi impercettibile: per avere una completa solidificazione sarà necessario circa un giorno (se la temperatura ambiente è di circa 23-25°C).

 

 

Il Duosyringe è una doppia cartuccia contenente da un lato la resina, dall'altro l'induritore. Utilizzando questa modalità di confezionamento, per una miscelazione ottimale del prodotto è necessario utilizzare dei particolari ugelli nei quali la resina e il catalizzatore vengono miscelati adeguatamente. Questi ugelli divengono inutilizzabili ogni qualvolta la resina vi essicca all'interno.
Per questa ragione devono essere ordinati separatamente (una stessa cartuccia potrebbe essere utilizzata in più tempi).
 



 

Per utilizzare al meglio il pacchetto doppia cartuccia-ugello miscelatore, è bene munirsi di un dispenser (questo non è usa e getta ma può essere riutilizzato indefinitamente e non solo con questa resina). Tramite il dispenser i due cilindri vengono scaricati
simultaneamente e la miscelazione e distribuzione della resina sulle superfici da trattare è ottimale.

I Duosyringe standard sono in confezioni da 50ml, ma possono essere realizzate anche cartucce di dimensioni diverse su richiesta del cliente a seconda delle quantità che si prevede di utilizzare.


Per qualunque ulteriore informazione Vi invitiamo a contattare i nostri uffici Tecnico o Commerciale ai seguenti recapiti:

 

Tel. 039 / 6612297
Fax 039 / 6612297
E-mail Ufficio Tecnico: tech@fiortech.com

E-mail Ufficio Commerciale / Assicurazione Qualità:
sales@fiortech.com